Tentazione Garcia: il tridente pesante per una partenza sprint

totti-destro-roma-chievo-250x180

La tentazione c’è, ed è anche forte. Per la pri­ ma volta quest’anno Rudi Garcia sta pensan­ do di schierare dall’inizio il tridente pesante, quello con la freccia Gervinho e il doppio centra­ vanti, Totti e Destro. Sarebbe un messaggio chia­ro sia alla squadra che agli avversari: la Roma parte all’attacco perché, come ha sottolineato lo stesso allenatore ieri in conferenza, «è carica e arrabbiata». Sembra che le parole di Garcia non siano state di circostanza e che davvero i giocato­ri, tornati da Mosca, si siano allenati con partico­lare intensità.

Sprint Roma –  Ecco perché il tridente pesante – scrive C. Zucchelli sulla Gazzetta dello Sport – potrebbe essere l’occasione giusta per scaricare la rabbia e trasformarla in energia positiva, visto che anche i numeri autorizzano a pensare che possa essere la strategia giusta: la Roma ha infatti segnato nel primo tempo 15 reti, più di tutti in Serie A, un terzo dei quali nel primo quarto d’ora (senza considerare i quattro gol nel primo tempo al Cska in Champions). Viceversa, l’Inter, che nei primi 15’ ha preso cinque gol (la peggiore insie­ me al Cagliari) soffre gli inizi arrembanti degli avversari. Fondamentali, quindi, potrebbero es­ sere la rapidità di Gervinho, la fantasia di Totti e la potenza di Destro.

Il gioco del nove –  Se dovesse schierare questo tridente sarebbe l’ennesimo di questi primi tre mesi di stagione, per la precisione il nono. Finora, infatti, hanno giocato insieme Iturbe, Totti e Ger­ vinho (4 volte), Ljajic, Totti e Gervinho (4), Ljajic Totti, e Destro (3), Florenzi, Totti e Gervinho (2), Florenzi, Destro e Ljajic (1), Florenzi, Destro e Gervinho (1), Iturbe, Destro e Gervinho (1), Itur­ be, Destro e Ljajic (1). Segno che non solo non esiste un attacco titolare, ma non esiste neanche un giocatore imprescindibile, per quanto il ca­ pitano e Gervinho siano due punti fermi. (…)

Lascia un commento