Serie A, muro della Lega sull’ipotesi playoff: sono incompatibili con i diritti tv

L’ipotesi di un format rivoluzionario della Serie A, avanzata da De Laurentiis negli scorsi giorni e studiata dalla FIGC, trova il muro di diverse società e dunque della Lega. È una possibilità incompatibile con i diritti televisivi, ma Gravina, pur tenendo il tutto ben chiuso in un cassetto, lo considera un piano B da mettere comunque a punto. L’idea è quella di un torneo composto da due gruppi da 10 club con poule scudetto, salvezza ed Europa League. In realtà gran parte delle società sono convinte di poter ripartire il 12 settembre, anche se restano da convincere i presidenti delle squadre che giocheranno in Europa. Se questa data dovesse essere confermata, non ci sarebbero problemi di calendario e il torneo potrebbe svolgersi regolarmente e senza stravolgimenti. A riportarlo è Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento