Audio Nainggolan, i tifosi dell’Inter infuriati: “Andasse via, può stare solo a Roma!”

NAINGGOLAN AUDIO TIFOSI – “A Milano sto facendo un macello, voglio tornare a Roma”, così Radja Nainggolan ha scosso il Natale in casa Inter, quasi un anno dopo il video-shock di Capodanno, che incrinó in maniera definitiva i rapporti con la società giallorossa. Una registrazione vocale inviata ad amici, resa pubblica e che, se dovesse essere confermata la sua veridicità, potrebbe porre la parola fine sull’avventura del ‘Ninja’ a Milano appena sei mesi dopo il suo arrivo. Inevitabili le reazioni dei tifosi di Roma e Inter, con sentimenti contrastanti da entrambe le parti: dalla nostalgia e l’entusiasmo solo al pensiero di rivedere Nainggolan nella capitale, fino alla rabbia, delusione e frustrazione dei tifosi nerazzurri per un’avventura che stenta a decollare.

IL WEB GIALLOROSSO – Nel mondo Roma, invece, le reazioni sono perlopiù entusiaste, al solo pensiero di veder tornare il ‘Ninja’ in maglia giallorossa. “Magari!”, l’urlo dei tifosi giallorossi sui social, ma c’è anche chi mette dei paletti: “Può tornare, però basta che non faccia queste cose”. C’è ovviamente anche chi guarda in faccia la realtà: “Mi piacerebbe, ma con questa società è impossibile”, ma anche qualche parere poco favorevole: “Gli unici felici sarebbero i gestori dei locali”. “Meglio lui ribelle che Nzpnzi bravo soldatino…anche se la sua ultima stagione è stata un po’ al di sotto delle precedenti, per l’amore che prova per questa città una regolata se la darebbe…#COMEBACKNINJA!” La ‘nostalgia canaglia’ per Nainggolan, dunque, ha acceso il Natale calcistico, tra sogni, desideri e imprecazioni. Aspettando conferme o smentite.

IL WEB NERAZZURRO – A Natale si è sempre più buoni, é vero, ma i tifosi dell’Inter non hanno potuto fare a meno di infuriarsi con il numero 14. “Abbiamo giocato gran parte della stagione senza di lui, se vuole andare via ce ne faremo una ragione. Solo a Roma può stare é la sua dimensione”, uno dei commenti più duri. “Non lo vogliamo più”, tra i messaggi più diffusi o addirittura: “Vuole dimostrare che non è finito, ma è mai iniziato?”. La rabbia è tanta, ma c’è anche chi prova a difenderlo condannando la società: “È una reazione dovuta all’esclusione da Inter-Napoli, non ci si priva di un grande giocatore in partite così: si poteva aspettare”.

Lascia un commento