Roma-Braga, i convocati di Fonseca: c’é Cristante

Cambio Campo – Morais: “La Roma ha giocato davvero bene a Braga, mi hanno colpito Pedro e Dzeko. Rimontare sarà dura, ma i portoghesi ci proveranno”

Torna l’appuntamento con “Cambio Campo”, la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un’intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L’ospite di oggi è Pedro Morais, giornalista di Record, con il quale abbiamo parlato di Roma-Braga.

Che match si aspetta? Il Braga tenterà di partire all’attacco per provare subito a recuperare?
“Penso che farà il possibile per farcela. Non se ci riuscirà, vorrà comunque lasciare una buona impressione”.

Cosa non é andato nel Braga nel match di andata?
“La Roma ha fatto un lavoro davvero buono a Braga. Il modo in cui hanno limitato il palleggio del Braga in zona difensiva ha fatto male ai portoghesi. Inolre i contropiedi sono stati molto efficaci. Il Braga ha fatiicato e non ha potuto fare la partita che voleva”.

Rispetto all’andata, si aspetta qualche cambio a livello tattico nel Braga?
“Non credo, il Braga non cambia spesso”.

Crede che il Braga possa ribaltare il risultato o l’impresa è troppo difficile? C’è fiducia nell’ambiente per un’eventuale rimonta?
“È molto difficile, la Roma ha giocato davvero bene a Braga e due gol di svantaggio sono difficili da recuperare. Ma sicuramente il Braga ci proverà”.

Pensa di trovare una Roma già appagata dal risultato dell’andata e magari con la testa al Milan?
“Credo che Fonseca sia consapevole del pericolo e lui stesso ha detto che conosce la mentalità dei giocatori del Braga. Non credo che la Roma avrà altro all’infuori di questo match all’orizzonte”:

Quali giocatori della Roma l’hanno colpita maggiormente nel match d’andata?
“Pedro e Dzeko”

Il lungo percorso di De Rossi per diventare allenatore

La Gazzetta dello Sport fa il punto sulla situazione relativa a Daniele De Rossi. L’ex centrocampista giallorosso ha già dovuto rifiutare le proposte di tre club di Serie A (Fiorentina, Crotone e Cagliari) in quanto non ancora in possesso del patentino per allenare. De Rossi sta svolgendo il corso per Uefa A a Coverciano, iniziato in ritardo rispetto al programma iniziare per via del COVID-19 e che dovrebbe terminare ad aprile, ma, per fare il primo allenatore in Serie A, dovrà svolgere anche il corso di UEFA PRO, non prima di 8 mesi dal termine del corso di UEFA A. La prima data utile per sostenere tale corso potrebbe essere a settembre 2022.

El Shaarawy: “Gioco più centrale rispetto agli anni scorsi, posso agire sia a destra che a sinistra. Sono pronto fisicamente”

Cassano: “Ecco il motivo per cui litigai con Totti e perché Spalletti mi mise fuori rosa”

Bergomi: “La Roma deve fare il grande salto per battere le big. Serve più personalità”

Sarà in cabina di commento per Sky Sport per la gara di Europa League della Roma col Braga. Che idea si è fatto dei giallorossi?
“A parte ieri che ha trovato una squadra che si difende benissimo, non trovando gli uomini tra le linee, ha sempre vinto con le piccole. La squadra c’è, ma per fare il salto, per vincere con le grandi, serve più personalità. Gli servirebbe carisma in alcuni elementi e prima o poi arriverà, non ho dubbi”.

Cagliari: ufficiale l’esonero di Di Francesco

Gli orari della 25ª giornata: Fiorentina-Roma alle 20:45

Braga-Roma 0-2 – La gara sui social: “Un po’ troppo spreconi, peccato per gli infortuni. Bello rivedere El Shaarawy”

1 2 3 6