Fonseca: “Zaniolo giocherà contro la Juventus”


Il mister della Roma, Paulo Fonseca in conferenza stampa, al termine della gara vinta dai giallorossi contro il Torino, vittoria che ha spedito i capitolini direttamente alla fase a gironi di Europa League, ha risposto così alla domanda sulla possibilità di vedere Zaniolo dal primo minuto contro la Juventus: “Sì, penso a fare giocare Zaniolo contro la Juventus, penso a cambiare molto la squadra. Questi ragazzi che hanno giocato quasi tutte la partite sono molto stanchi e dobbiamo recuperare questi giocatori per la partita col Siviglia, ma dobbiamo mostrare ambizione anche nella partita con la Juve”

Possibile inserimento di Milik nell’affare Ünder

Il Napoli è al lavoro per rinforzare la propria squadra in vista del prossimo anno. Chiuso l’affare Oshimen e con Callejon pronto a salutare, i partenopei sono molto vicini a chiudere per il gialloroso Cengiz Ünder. In uscita potrebbe esserci invece Arkdiusz Milik. Il polacco ha già un preaccordo con la Juventus per la prossima stagione, quando il suo contratto scadrà e potrà andarsene a zero. Il Napoli vorrà però cerare di monetizzare, e per questo non è da escludere che possa essere inserito nell’affare che porterà il turco sotto l’ombra del Vesuvio. Lo riporta Il Corriere dello Sport.

Serie A, muro della Lega sull’ipotesi playoff: sono incompatibili con i diritti tv

L’ipotesi di un format rivoluzionario della Serie A, avanzata da De Laurentiis negli scorsi giorni e studiata dalla FIGC, trova il muro di diverse società e dunque della Lega. È una possibilità incompatibile con i diritti televisivi, ma Gravina, pur tenendo il tutto ben chiuso in un cassetto, lo considera un piano B da mettere comunque a punto. L’idea è quella di un torneo composto da due gruppi da 10 club con poule scudetto, salvezza ed Europa League. In realtà gran parte delle società sono convinte di poter ripartire il 12 settembre, anche se restano da convincere i presidenti delle squadre che giocheranno in Europa. Se questa data dovesse essere confermata, non ci sarebbero problemi di calendario e il torneo potrebbe svolgersi regolarmente e senza stravolgimenti. A riportarlo è Il Corriere dello Sport.

Siviglia, tutti negativi dopo il secondo giro di tamponi: la squadra torna ad allenarsi oggi senza Gudelj

Ieri il calciatore serbo del Siviglia Gudelj ha annunciato di essere positivo al Covid-19. Come ha affermato lui stesso, ma anche la società, il giocatore è in buona salute e asintomatico. Il Siviglia in ogni ha caso ha bloccato immediatamente gli allenamenti per permettere la sanificazione del centro sportivo. Inoltre, tutti gli altri calciatori e membri dello staff sono stati sottoposti al tampone: il primo giro ha dato tutti esiti negativi. Lo riporta Il Messaggero.

Il Siviglia ha pubblicato un comunicato ufficiale con gli aggiornamenti sul secondo giro di tamponi. Ecco quanto si legge:

“I test PCR individuali effettuati ieri sulla prima squadra del Sevilla FC e sui dipendenti hanno mostrato tutti risultati negativi al Covid-19, così come quelli effettuati martedì scorso. Dopo questi due test negativi, il Siviglia, escluso Gudelj, che rimane in isolamento domestico dopo la positività notificata lunedì scorso, tornerà ad allenarsi, individualmente, oggi pomeriggio. Il personale e lo staff hanno subito nuovi test di controllo della PCR oggi, esami che verranno ripetuti ripetuti sabato e lunedì, prima del viaggio in Germania, in programma martedì prossimo”.

Roma qualificata alla fase a gironi dell’Europa League. Ma si può ancora sognare la Champions

Con la vittoria conseguita nella penultima giornata di Serie A contro il Torino, la Roma ha la certezza di chiudere il campionato 2019/2020 al quinto posto, avendo 4 punti di vantaggio sul Milan. Pertanto, i giallorossi sono di diritto qualificati alla fase a gironi della prossima Europa League in compagnia del Napoli, settimo classificato ma vincitore della Coppa Italia. Ai rossoneri di Pioli, dunque, l’onere di passare attraverso i preliminari.

Di seguito, le date in cui si svolgerà la fase a gironi dell’Europa League 2020/2021, che partirà più tardi del previsto a causa dell’emergenza Coronavirus che ha cambiato giocoforza il calendario consueto:

Prima giornata: giovedì 22 ottobre
Seconda giornata: giovedì 29 ottobre
Terza giornata:giovedì 5 novembre
Quarta giornata: giovedì 26 novembre
Quinta giornata: giovedì 3 dicembre
Sesta giornata: giovedì 10 dicembre

Tuttavia, qualora la Roma di Paulo Fonseca dovesse vincere la corrente edizione dell’Europa League, la squadra giallorossa parteciperà di diritto alla Champions League 2020/2021.

Torino-Roma 2-3 – Le pagelle del match


Pau Lopez 4,5:
 incerto fin dai primi minuti, regala il secondo gol non trattenendo un tiro abbordabile. Sembra insicuro nelle ultime settimane.

Mancini 6,5: inizia male, facendosi bruciare da Berenguer che porta in vantaggio il Torino, ma cresce parecchio alla distanza e si fa apprezzare nell’anticipo e nell’apporto nella fase di costruzione.

Smalling 7: non sbaglia praticamente nulla. Quando serve, c’è.

Kolarov 6,5: comincia con una gran palla per Spinazzola, facendo capire di essere in serata. Prende poi un palo su punizione e se la cava sotto il profilo difensivo.

Bruno Peres 6,5: inizia subito con un cross tagliato per Dzeko che, per poco, non ci arriva. Quando attacca mette spesso in difficoltà la difesa avversaria. Dal 72’ Ibanez SV.

Diawara 7: con Cristante che tende a salire tocca a lui mettere ordine davanti alla difesa e lo fa con classe, senza mai eccedere. Segna con freddezza il calcio di rigore.

Cristante 6: sostituisce Vereout non solo nel ruolo ma anche nei compiti, andando spesso a pressa a facendo da falso trequartista, con Diawara che rimane più dietro. Dal 72’ Veretout SV.

Spinazzola 6: spinge parecchio ma è meno lucido del solito, soprattutto negli ultimi 20 metri. Dal 50’ Zappacosta 6: gioca una gara ordinata, senza riuscire a incidere ma senza commettere errori.

Perez 6: ha il compito di gravitare attorno a Dzeko ma va a sprazzi. Ha il merito di pennellare il cross per la testa di Smalling, che insacca alle spalle del portiere. Dal 72’ Zaniolo SV.

Mkhitaryan 6,5: bello l’assist per Dzeko, peccato per un paio di imprecisioni nella ripresa. Dal 93’ Perotti SV.

Dzeko 7,5: segna il primo gol, si procura di forza, astuzia ed esperienza il rigore che Diawara realizza e gioca, nel complesso, una partita di sostanza e tanta classe.

Fonseca 7: la Roma continua a vincere e a convincere. Un’altra squadra rispetto a poche settimane fa.

Siviglia, un membro del gruppo squadra positivo al Covid-19

Continuano ad allargarsi a macchia d’olio le positività nel mondo del calcio spagnolo al Covid-19. L’ultimo club ad esserne coinvolto è il Siviglia, rivale della Roma in Europa League il prossimo 6 agosto. Il club andaluso, con una nota diramata attraverso i propri canali, ha dato notizia che un membro del gruppo della prima squadra è stato trovato positivo al Coronavirus. La persona in questione è asintomatica, in buona salute ed è in isolamento domiciliare.

“Sevilla FC – si legge ancora nel comunicato – ha immediatamente informato tutte le autorità sportive e sanitarie competenti di questa circostanza, isolato la persona infetta, sospeso temporaneamente l’allenamento della squadra come misura preventiva e svolto attività di disinfezione presso le strutture, seguendo rigorosamente i protocolli stabiliti per queste situazioni”

Castan: “Grazie Torino ma stasera tifo Roma. Zaniolo un fuoriclasse”


«Torino, grazie di tutto, ma in Italia è la Roma la mia squadra del cuore». Leandro Castán, 33 anni, cinque stagioni nella Capitale e un anno al Torino, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport

C’è Torino-Roma, per chi farà il tifo?
“Roma. È la squadra alla quale mi sento maggiormente legato. Nel torneo 2013-2014 in coppia con Benatia avevamo subìto solo un gol in dieci partite di fila. In quella stagione potevamo pure vincere lo scudetto se la Juventus non fosse stata così brava: fecero 102 punti”.

Qual è stato l’allenatore più bravo tra quelli che ha avuto?
Rudi Garcia. Lui per certi versi era l’opposto di Zeman. Venivamo da un’annata molto negativa. Garcia rispettava molto l’individualità di ciascuno, io e Benatia avevamo libertà di andare in attacco, eravamo al top della nostra forma atletica, potevamo giocare uno contro uno e strappavamo spesso il pallone agli avversari. Ci divertivamo un sacco. Balzaretti rimaneva più in marcatura sulla sinistra mentre Maicon era il fluidificante sulla fascia destra. Garcia sapeva tenere il gruppo in mano. Era molto rispettato nello spogliatoio”.

Delle squadre attuali conosce bene Zaniolo e Belotti, vero?
“Zaniolo, talento del calcio italiano, un fuoriclasse. Spero che rimanga molti anni alla Roma. Con Belotti avevo giocato. Altro talento, centravanti guerriero, che lotta per il pallone. Uno che lavora. Ho molto rispetto per lui: merita tutto, il meglio”.

1 2