Roma Club fondato in data 2 Gennaio 2014
Sito Ufficiale

L’equilibrio di Fonseca e gli uomini rigenerati

Vincere aiuta a vincere ma, soprattutto, aiuta ad avere la fiducia per lavorare per migliorarsi ulteriormente e continuare a vincere. Un circolo virtuoso, alimentato da Edin Dzeko che, quando si tratta di segnare gol pesanti, risponde sempre presente. È lui il capolavoro di Petrachi, bravo a tenerlo quando nessuno avrebbe scommesso un centesimo sulla sua permanenza nella Capitale. Contro il Bologna il gol insperato all’ultimo amen, contro il Lecce la zuccata che ha regalato tre punti sudatissimi. Quest’anno sorride e regala sorrisi con le sue prestazione, gli assist (contro i salentini la bella palla per Mkhitaryan) e anche quando le cose si mettono male non ha quell’atteggiamento negativo e scoraggiato che aveva accompagnato gli ultimi messi dello scorso anno.
Merito anche di Paulo Fonseca, la cui influenza positiva si è estesa anche a Justin Kluivert: nella scorsa stagione ne parlavamo come di un giocatore che si impegnava ma senza concludere nulla.
Nelle ultime gare l’olandese sta trovando molto spazio, fiducia e sta (leggermente) migliorando anche nelle scelte di gioco, tallone di Achille suo e di Zaniolo.
Ora testa all’Europa League per ipotecare il prima possibile il girone e poi l’ultima fatica, il Cagliari, prima della meritata sosta nella quale i giocatori potranno tirare il fiato. Pur con tutte le difficoltà e le polemiche, la Roma è in piena corsa Champions e Fonseca, a dispetto degli scettici, si è mostrato fin da subito molto poco integralista ed estremamente disponibile ad adattare il suo gioco al sistema italiano. Un intrigante ibrido da cui deve ancora uscire il prodotto finito: dobbiamo ancora vedere un pressing portato avanti con costanza ed efficacia ma sapevamo che sarebbe servito del tempo per assimilare il gioco del tecnico portoghese. Nel frattempo, il dovere è di accumulare più punti possibili.

TRIGORIA – Ünder, Zappacosta, Cetin e Perotti al lavoro nonostante il giorno di riposo

Nonostante il giorno di riposo concesso da mister Fonseca alla squadra dopo la vittoria ottenuta ieri sul campo del Lecce, alcuni calciatori si sono allenati lo stesso sui campi di Trigoria. Ünder, Zappacosta, Cetin Perotti hanno svolto lavoro individuale per recuperare dai loro problemi fisici. In particolare l’argentino ha svolto lavoro personalizzato: il suo obiettivo è quello di tornare il prima possibile in campo. La ripresa degli allenamenti, per tutta la squadra, è prevista per domani mattina, in vista della gara di giovedì sera con il Wolfsberg, valida per la seconda giornata del girone di Europa League. Lo riferisce Roma TV.

BOLLETTINO MEDICO – Frattura al quinto metatarso per Lorenzo Pellegrini. Domani mattina intervento di osteosintesi

Dopo i fastidi accusati ieri da Lorenzo Pellegrini, il giocatore si è sottoposto ad ulteriori esami strumentali che hanno evidenziato la frattura al quinto metatarso del piede destroDomani mattina il centrocampista si sottoporrà ad intervento di osteosintesi. Dopo l’operazione sarà possibile stimare i tempi di recupero.

Wolfsberg-Roma, arbitra il portoghese Lopes Martins

Ecco il team arbitrale che dirigerà la sfida tra Wolfsberg e Roma, in programma giovedì alle 18:55 allo Stadio Graz Liebenau.

Arbitro: Tiago Bruno Lopes Martins (POR)
Assistenti:  Luís André Ferreira Pinto de Campos (POR) – Pedro Miguel Almeida da Mota (POR)
Quarto ufficiale: Hugo Filipe Ferreira de Campos Moreira Miguel (POR)

Il fischietto portoghese non ha precedenti con nessuna delle due squadre, né con formazioni italiane.

Ranieri: “Il mio addio dalla Roma era concordato dall’inizio. Positiva la scelta di Fonseca”

Claudio Ranieri ha rilasciato un’intervista a Radio Anch’io Lo Sport, nella quale ha parlato della nuova Roma di Paulo Fonseca e del suo addio ai giallorossi al termine della passata stagione. Ecco le sue parole:

Il miglior pregio e il difetto di questa Roma?
“Mi sembra che Fonseca stia facendo un buon lavoro, si sta facendo capire dai giocatori. Mi sembra molto intelligente, ha capito le difficoltà della squadra, ora iniziano a prendere meno palloni filtranti, coprono meglio la profondità… Mi sembra che la sua filosofia stia venendo fuori, leggendo i giornali vedo che i giocatori sono molto contenti. È è stata una scelta positiva”.

Il suo addio improvviso assieme a quello di Totti e De Rossi?
“Era già concordato dall’inizio, dalla firma sapevo che sarebbe stata soltanto una prova a gettone e che a fine anno sarei andato via. Per me non è stato un epilogo brutto, lo è stato sicuramente per Daniele e Francesco”.

Un consiglio a Fonseca, cosa gli direbbe?
“Di andare avanti per la sua strada, sta lavorando bene. È logico che i tifosi della Roma, quando si vince, ti portano alle stelle ma credo che capiscano che quest’anno si stanno rinnovando tante cose. C’è un buon mix di giovani e giocatori esperti, sono certo che la Roma farà un gran campionato”.

Più facile che torni ad allenare in Italia o all’estero?
“Da quando sono andato al Valencia mi sono sentito un allenatore europeo, l’importante è che ci sia un buon progetto e un buon lavoro da fare”.

L’impronta di Petrachi sulla vittoria di Lecce: sei i titolari arrivati in estate

Si comincia a vedere l’impronta di Gianluca Petrachi sulla Roma di Fonseca: al Via del Mare, i giallorossi si sono presentati con ben 6 neo-acquisti dal primo minuto, il numero più alto di questo inizio campionato. Pau Lopez, Mancini, Smalling, Veretout, Diawara e Mkhitaryan, con l’aggiunta di Spinazzola dalla panchina. L’unico giocatore comprato in estate a non aver ancora debuttato in stagione è il giovane turco Cetin, mentre Zappacosta e Kalinic hanno già fatto le prime apparizioni in giallorosso.

Smalling subito protagonista

L’inizio dell’avventura in giallorosso di Chris Smalling è stato davvero convincente. Come scrive Il Tempo, la difesa ha trovato nell’inglese un leader al quale affidarsi: le prestazioni contro Atalanta e Lecce sono state più che positive e l’ex giocatore del Manchester United sembra aver già conquistato la fiducia di tecnico e ambiente grazie alla sua abilità nell’anticipo e soprattutto alla capacità di rimanere concentrato per tutto il match. L’unica pecca fin qui è stata la poca concretezza sotto porta: già in un paio di occasioni su calcio da fermo Smalling avrebbe potuto trovare la via del gol, ma non è ancora riuscito a sfruttare le occasioni avute.

La Roma si scopre Dzeko-dipendente

Per la seconda volta di fila, la vittoria in trasferta porta la firma di Edin Dzeko. Come scrive La Gazzetta dello Sport, il bosniaco contro il Lecce ha siglato la rete numero 92 con la maglia della Roma in 186 partite, trascinando la squadra al successo. I numeri confermano che, quando il cigno di Sarajevo trova la via del gol, la Roma quasi sempre riesce a vincere la gara: è successo ben 10 volte nelle ultime 12 gare in cui Dzeko è andato a segno. Il centravanti giallorosso si conferma poi micidiale contro le neopromosse, contro le quali ha segnato ben 18 reti in 22 gare.

Turnover in vista contro il Wolfsberg

Dopo il successo in trasferta contro il Lecce, la Roma pensa alla gara di Europa League contro il Wolfsberg. Nel match di giovedì sera, Fonseca potrebbe effettuare un largo turnover, lanciando ad esempio Spinazzola dal primo minuto per far riposare il sempre presente Kolarov. Da monitorare anche le condizioni di Pellegrini e Mkhitaryan, usciti per infortunio contro il Lecce. In difesa possibilità per una maglia da titolare per Fazio o Jesus a discapito di Mancini, mentre Zaniolo avrà la chance di partire nell’undici iniziale. Occhio anche al centravanti, con Dzeko che potrebbe prendersi un turno di pausa lasciando spazio a Kalinic. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Altre notizie – Rassegna Stampa
Altre notizie

EDITORIALE di Gabriele Chiocchio

LA LUNGA E DURA STRADA DEI GRANDI

La lunga e dura strada dei grandiAl suo arrivo a Roma, Paulo Fonseca aveva provocato – oltre a una sana curiosità di vederlo all’opera – un po’ di scetticismo, dovuto a un suo presunto integralismo nell’applicazione di un sistema di gioco estremamente aggressivo e, di conseguenza,…
Banner 336x60

Eventi live!

Roma-Atalanta 0-2
As Roma 25/09/2019 - campionato di calcio serie A / Roma-Atalanta / foto Antonello Sammarco/Image Sport
nella foto: Pierluigi Gollini
As Roma 25/09/2019 - campionato di calcio serie A / Roma-Atalanta / foto Antonello Sammarco/Image Sport
nella foto: Marten de Roon As Roma 25/09/2019 - campionato di calcio serie A / Roma-Atalanta / foto Antonello Sammarco/Image Sport
nella foto: esultanza a fine gara Atalanta As Roma 25/09/2019 - campionato di calcio serie A / Roma-Atalanta / foto Antonello Sammarco/Image Sport
nella foto: esultanza gol Marten de Roon

VG RADIO, ascolta l’ultima puntata

ESCLUSIVE

ESCLUSIVA VG – GENNARI: “PER MANCINI SI CHIUDE A 20 MILIONI PIÙ 6 DI BONUS”

ESCLUSIVA VG - Gennari: "Per Mancini si chiude a 20 milioni più 6 di bonus"La Roma è vicina all’acquisto di Gianluca Mancini, difensore centrale classe ’96 dell’Atalanta. La…

YOUTUBE

LA CONFERENZA INTEGRALE DI FONSECA ALLA VIGILIA DI LECCE-ROMA. VIDEO!

La conferenza integrale di Fonseca alla vigilia di Lecce-Roma. VIDEO!Paulo Fonseca ha parlato quest’oggi in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Lecce, match in programma domani…

SOCIAL

VERETOUT: “IN SERIE A SI VINCE ANCHE SOFFRENDO FINO ALLA FINE”

Veretout: "In Serie A si vince anche soffrendo fino alla fine"“In Serie A si vince anche così: soffrendo fino alla fine”, le parole su Twitter di Jordan Veretout,…

CLASSIFICA

Inter 18
Juventus 16
Atalanta 13
Napoli 12
Roma 11
Lazio 10
Cagliari 10
Torino (-1) 9
Fiorentina 8
Bologna 8
Udinese 7
Milan 6
Hellas Verona 6
Parma (-1) 6
Sassuolo 6
Brescia 6
Lecce 6
Genoa 5
Spal 3
Sampdoria 3

NUOVO STADIO

STADIO, FRONGIA: “DOPO L’ESTATE SONO RIPRESI I CONFRONTI TRA LA ROMA E IL COMUNE”

Stadio, Frongia: "Dopo l'estate sono ripresi i confronti tra la Roma e il Comune"L’Assessore allo Sport del Comune di Roma, Daniele Frongia, è stato intervistato da Radio Roma Capitale ed ha parlato dello Stadio della Roma. Queste le sue parole: “Intanto direi che secondo me è benedetto questo nuovo progetto della…

LA ROMA DI IERI

LECCE – ROMA 1998: 1-3, ANTONIO CARLOS ZAGO FA IL SUO ESORDIO NELLA ROMA. NEL LECCE GIOCA L’EX CAPITANO GIUSEPPE GIANNINI

Lecce – Roma 1998: 1-3, Antonio Carlos Zago fa il suo esordio nella Roma. Nel Lecce gioca l'ex Capitano Giuseppe GianniniBalbo su rigore, Di Biagio e Gautieri firmano il successo al “Via del Mare”. Tra gli avversari la Roma ritrova il suo ex Capitano Giuseppe Giannini, per la prima volta in campo contro la squadra in cui è cresciuto e si è affermato…
   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Privacy Policy | Versione Mobile

 

 

Vucinic: “Non ho avuto una buona impressione della Roma, ma può arrivare in Champions”

Il doppio ex di Roma e Lecce, Mirko Vucinic, ha parlato ai microfoni di Centro Suono Sport, durante la trasmissione Te La Do Io Tokyo. Ecco le sue parole:

Che idea si è fatto della Roma?
“Non buona purtroppo dopo la sconfitta. Il gioco c’è, io punto tanto su Dzeko. Ora c’è il Lecce. Il Lecce e la Roma mi hanno dato tanto, non tifo per nessuno”.

Ci può arrivare al quarto posto la Roma?
“Me lo auguro, la rosa c’è. Spero riesca andare in Champions”.

Che esperienza è essere allenati da Conte?
“La sua forza è che si fa seguire dalla squadra, vede cose prima degli altri”.

Si è assottigliata la distanza tra la Juve e le altre?
“La Juve è forte, ha un organico importantissimo, ma l’Inter sta facendo bene e su questo si sente la mano di Conte”.

Giocherai con Totti nel campionato di calciotto?
“Farò qualche partita, ci andiamo a divertire”.

Le fa effetto vedere la Roma senza Totti e De Rossi?
“Sicuramente, fa male anche al calcio italiano non vedere più De Rossi in campo. E’ uno che poteva dare ancora tanto”.

Che è successo tra Totti e Spalletti?
“Dovresti chiedere a loro, ai miei tempi erano proprio amici”.

Lo scudetto del 2010 lo sentivate davvero in mano?
“Noi abbiamo avuto la sfortuna di incontrare l’Inter più forte di sempre, anche più forte della Juventus attuale”.

Cosa è successo nel secondo tempo di quel Roma-Samp?
“Non si sa, c’era Storari in campo e parava tutto”.

Ricorda i tempi con Zeman?
“I tempi con Zeman non si scordano mai”.

Il gol più bello con la maglia della Roma?
“Quello contro lo Sporting, ho dribblato nel piccolo spazio e ho fatto un bel gol”.

Sul trasferimento alla Juve.
“Avevo la necessità di cambiare e quindi alla fine sono andato via”.

1 2 3 12



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti. Saranno cancellati i commenti ritenuti offensivi a insindacabile giudizio degli autori. Alcune immagini sono tratte da internet, qualora fossero coperte da diritto d'autore, segnalatelo e verranno rimosse.

 
Privacy Policy - Cookie Policy