Verso il Milan: l’allenatore spera in De Rossi, Pastore bocciato

Tra nervi tesi e squalifiche, la Roma prepara la sfida alMilan tra mille problemi. L’ira di Dzeko contro l’arbitro Manganiello non avrà conseguenze dirette sul campionato, ma è una magra consolazione: il bosniaco non ha sputato, come alcune immagini cercavano di provare, bensì gridato “vergogna” in faccia al direttore di gara, reo di non aver fischiato il fallo ai danni di Pellegrini(e precedente mente su Zaniolo, contribuendo a creare tensione), e per questo gesto sopra le righe verrà sanzionato con al meno due turni di stop, che sconterà però nella prossima Coppa Italia. Scrive Il Tempo, l’attaccante se l’è presa anche con Cristante, contro cui si è scagliato pure FazioDi Francesco dovrà calmare gli animi mentre studia la strategia anti-Milan, considerando le squalifiche più pesanti dello stesso Cristante e di Nzonzi.

De Rossi ha ripreso confidenza con il campo nello spezzone finale al Franchi, se il ginocchio risponderà bene potrebbe giocare dal 1’domenica. Con lui Zaniolo e Pellegrini, bocciato Pastore. Difficilissimo il recupero di Under, Kluivert non convince e Florenzi potrebbe avanzare in attacco con El Shaarawy e Dzeko.

Roma, Kolarov nel mirino. Furia dei tifosi: “Insulti chi vi incoraggia, vattene”

Per Kolarov, passare da eroe agli insulti è stato un attimo. Il 17 gennaio il serbo ha inaugurato il suo account Instagram ufficiale, due giorni dopo ha pubblicato un fotomontaggio con il Colosseo per la vittoria con il Torino, ricevendo like e complimenti e oggi il suo profilo è una sequela infinita di insulti. “Vergognati, hai pure il coraggio di parlare” è uno dei commenti più teneri.

ROTTURA – Il clima intorno a Kolarovsi è infuocato due giorni fa, dopo l’episodio di Termini, quando il serbo ha risposto a un tifoso che chiedeva alla squadra di svegliarsi (“Sveglia tua madre” la risposta). “Dovresti chiedergli scusa” scrive qualcuno. “Ti permetti di insultare chi vi sostiene, è un diritto dei tifosi chiedere più impegno, ci vuole rispetto” gli fa notare Claudio. E c’è chi gli ricorda il commento di qualche mese fa: “Siamo noi che non capiamo di calcio, vero?”. Ovviamente, nonostante il gol segnato, il malcontento è dilagato dopo la prestazione di ieri“Ma non vi vergognate a ritirare lo stipendio a fine mese?”. E ancora: “Ma giochi ancora a pallone?”. Tra questi, tanti insulti personali pesantissimi: “Fai schifo, sei una m***a, figlio di pu***na”.

Trigoria, arrivata la dirigenza. Confronto Di Francesco-giocatori – L

Il silenzio assordante di Trigoria. Dopo la contestazione questa notte al rientro della squadra con il pullman, questa mattina i giocatori sono tornati al centro sportivo nella totale indifferenza. Nessun tifoso ad aspettare l’arrivo dei giocatori al Fulvio Bernardini dopo l’umiliante 7 a 1 contro la Fiorentina che ha sancito l’eliminazione dalla Coppa Italia. Solo uno striscione appeso nella notte e puntualmente rimosso dai custodi del centro sportivo.

Alcuni giocatori ieri notte hanno deciso di rimanere a dormire a Trigoria, gli altri invece hanno sfilato davanti ai cancelli del Bernardini dalle nove in poi. Presenti anche Totti, Baldissoni, Monchi e Massara, scuri in volto, così come i giocatori.

Alle 10.30 il confronto tra Di Francesco, confermato al momento da Monchi, e i giocatori. Una riunione per capire cosa sia successo al Franchi, e per far spiegare ai senatori le motivazioni della disfatta.

Fiorentina-Roma, le formazioni: torna Pastore, Schick dal 1′

FIRENZE – Archiviato il pareggio di Bergamo, la Roma chiude momentaneamente il capitolo campionato e si tuffa sulla Coppa Italia: oggi alle 18.15 i giallorossi scenderanno sul campo del Franchi di Firenze per sfidare laFiorentina di Pioli nella gara secca valida per i quarti di finale. Una Coppa Italia con poco turnover: contro i viola, Di Francesco lascia spazio a tantissimi titolari. In difesa ecco la coppia Manolas-Fazio, con Florenzi a destra e Kolarov a sinistra. A centrocampo Cristante e Nzonzi, entrambi squalificati per la sfida di campionato contro il Milan. La novità arriva sulla trequarti, dove Pastore si riprende un posto da titolare. Al suo fianco Zaniolo ed El Shaarawy, davanti turno di riposo per Dzeko: spazio a Schick.

LE FORMAZIONI

Fiorentina (4-3-2-1): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini, Biraghi; Benassi, Edimilson Fernandes, Veretout; Chiesa, Muriel; Simeone
A disp.: Terracciano, Brancolini, Laurini, Diks, Vitor Hugo, Hancko, Norgaard, Gerson, Dabo, Thereau, Pjaca, Mirallas
All.: Pioli

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, Nzonzi; Zaniolo, Pastore, El Shaarawy; Schick
A disp.: Fuzato, Greco, Karsdorp, Marcano, Santon, Lu. Pellegrini, Lo. Pellegrini, De Rossi, Coric, Riccardi, Dzeko, Kluivert
All.: Di Francesco

Arbitro: Manganiello
Assistenti: Di Liberatore – Peretti
Quarto Uomo: Chiffi
Var: Mazzoleni
AVar: Paganessi

CRONACA PREPARTITA 

Ore 16.40 – La Roma ha lasciato il Westin Excelsion, l’albergo dove alloggiava a Firenze, e sta raggiungendo lo stadio Franchi.

Coppa Italia femminile, Roma CF-Roma 3-6: il derby d’andata va alle ragazze di Bavagnoli

La Roma Femminile si aggiudica il primo derby della Capitale. Nel pomeriggio le giallorosse hanno affrontato al Certosa la Roma CF nella gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia. Il match è terminato 6-3 per le ragazze di Betty Bavagnoli, che mettono già più di un piede in semifinale in vista del ritorno che si disputerà al Tre Fontane. Per la Roma, sotto 2-1 nel primo tempo, hanno segnato Piemonte, Zecca, Greggi (doppietta), Bartoli e Coluccini.

Borriello dà l’addio al calcio giocato. Totti: “In bocca al lupo per la tua nuova avventura”

Marco Borriello appende gli scarpini al chiodo. Dopo esser volato a Ibiza per l’ultima parte della sua carriera nel calcio giocato, l’ex attaccante della Roma ha detto basta, rescindendo il suo contratto con il club spagnolo. Niente addio al mondo del calcio: Borriello resterà nella dirigenza dell’Ibiza al fianco del presidente. Tanti i messaggi sotto al suo post su Instagram, tra cui anche quello di Francesco Totti, suo ex compagno di squadra: “Grande Marcolino. In bocca al lupo per la tua nuova avventura!“.

Roma, nuova offerta per Vida: prestito da 3 milioni con obbligo di riscatto in base alle presenze

Ultime ore di calciomercato frenetiche per la Roma: Monchi – attualmente all’Hotel Da Vinci di Milano – è al lavoro per mettere a segno il colpo in grado di rinforzare la difesa di Di Francesco. Il nome più caldo è quello di Domagoj Vida, difensore croato classe 1989 attualmente in forza al Besiktas. Come riporta Sky Sport, il ds spagnolo sta trattando con il club turco per trovare l’intesa: i giallorossi stanno provando a sbloccare la situazione con un prestito di 3 milioni e obbligo di riscatto in base alle presenze.

Rai-Sky, Champions in bilico. Mediaset può tornare in campo

Contendenti: Rai e SkySpettatore particolarmente interessato: Mediaset. A quanto Il Sole 24 Ore ha potuto verificare, sulla Champions League si profila ilrischio di un braccio di ferro fra Sky e Rai che potrebbe avere anche strascichi giudiziari (a mettere in guardia è la stessa Viale Mazzini). E a goderne potrebbe essere proprio quella Mediaset rimasta senza calcio pay, ma con una gran fame di sport in chiaro dopo l’exploit del Mondiali.

Tutto sembra condurre verso il tribunale, ma ci sono alcune variabili. Rai e Sky, ad esempio, stanno per darsi battaglia a colpi di carte bollate sul tema della trasmissione, attraverso i decoder Sky, dei canali della tv di Stato. Viale Mazzini vorrebbe essere pagata da Sky che invece non ne vuole sapere, mantenendo la stessa linea tenuta quando a muovere queste accuse era Mediaset (con cui il tutto si è risolto con l’accordo di Pasqua 2018). Che la materia possa diventare elemento negoziale fra Sky e Rai? Al momento tutto fa pensare a una Sky intenzionata a rispedire al mittente l’esercizio dell’opzione peraltro già comunicata urbi et orbi dalla Rai Se così fosse, e se Sky avesse buon gioco sul piano legale, si aprirebbero scenari inattesi. Difficile pensare che la pay tv si limiti a trasmetterei match di Champions in chiaro sulla sua Tv8: la scelta sarebbe probabilmente stata fatta prima. Ecco che Mediaset guarda quindi con interesse alla contesa. Per il Biscione potrebbe aprirsi una finestra insperata. Al momento nel menu della casa il calcio si limita a Uefa Nations League e qualificazioni agli Europei, ma sempre senza i match dell’Italia. I Mondiali sono un ricordo.

(A. Biondi)

Mercato, ag. Schick: “La Premier lo vuole, ma Patrik resterà alla Roma”

Il Cardiff – e non solo – vuole Patrik Schick, ma lui non si muoverà dalla Roma. A confermarlo è lo stesso agente dell’attaccante giallorosso, Pavel Paska“Escludo che Patrik possa andar via dalla capitale prima della scadenza del suo contratto. E’ vero, la Premier League lo vuole, proprio oggi ho parlato con due club interessati a lui ma non c’era il Cardiff”. L’agente di Schick al portale isport conferma la volontà del ragazzo di rimanere agli ordini di Di Francesco, che gli sta concedendo più spazio in campo e maggiore fiducia“Patrik lavora per far bene alla Roma, domani (oggi, ndr) potrebbe avere una chance di giocare titolare contro la Fiorentina. Ogni occasione che ha la vuole sfruttare al meglio”.
1 2 3 15