Cagliari-Roma, info biglietti

Ecco quanto riportato dal sito ufficiale della Roma:

AS Roma, su indicazioni del Cagliari Calcio, rende noto che i tagliandi a disposizione per i tifosi giallorossi sono in vendita dalle 10:00 di lunedì fino alle 19:00 di venerdì 7 dicembre.

Punti vendita: Ricevitorie Ticketone abilitate sul territorio nazionale.

Prezzo settore ospiti (Distinti laterali): € 50,00 + diritti di prevendita

Modalità e limitazioni: Non sono previste limitazioni alla vendita. Al momento dell’acquisto è sufficiente presentare un valido documento d’identità. I tagliandi acquistati sono incedibili.

Si ricorda che, in ottemperanza alle vigenti disposizioni di ordine pubblico, i biglietti del settore riservato agli ospiti non possono essere venduti il giorno della partita ed è pertanto assolutamente sconsigliato recarsi a cagliari per la gara senza aver preventivamente acquistato il biglietto d’ingresso per quel settore con le modalità sopra descritte.

Ulteriori informazioni sulla gara sono reperibili sul sito: www.cagliaricalcio.com.    

TRIGORIA – Scarico per chi ha giocato ieri. Gli infortunati proseguono il lavoro di recupero

La Roma è tornata ad allenarsi questa mattina per iniziare la preparazione in vista del match di sabato alle 18 contro il Cagliari. Come di consueto il giorno dopo una partita, lavoro di scarico per coloro che sono scesi in campo contro l’Inter. Gli infortunati (Dzeko, El Shaarawy, De Rossi) proseguono nel loro lavoro di recupero.

Prossima partita: Cagliari-Roma, sabato 8 dicembre ore 18
Probabile formazione (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Jesus, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Ünder, Zaniolo, Kluivert; Schick.
Ballottaggi: Fazio/Jesus, Lo. Pellegrini/Zaniolo, Florenzi/Kluivert, Santon/Florenzi.
In dubbio: Karsdorp, Fazio, Lo. Pellegrini.
Squalificati: –
Indisponibili: Dzeko, El Shaarawy, De Rossi.

Roma-Inter 2-2 – Le pagelle del match

Olsen 6,5: esce su Icardi e salva tutto nel primo tempo. Passa il resto dell’incontro a fare il suo onesto lavoro.

Santon 5: lascia in gioco Icardi e deve essere Olsen a metterci una pezza. Poi decide di uscire palla al piede e tentare un dribbling improbabile. Talmente tanto improbabile che perde palla e, dal corner seguente, l’Inter segna il 2-1. Dal 24’st Kluivert 6: si fa notare per una bella palla a Ünder, che spreca malamente.

Manolas 6: alcuni buoni interventi ma anche il mancato intervento sul colpo di testa di Icardi.

Jesus 5: male in occasione del primo gol e impreciso anche in alcuni frangenti del secondo tempo. Bene quando si immola mettendo il corpo su un attacco avversario.

Kolarov 6,5: appena ha la possibilità prova il tiro, a volte anche da posizione molto defilata. Freddo in occasione del rigore.

Cristante 6,5: gioca un buon primo tempo, si distrae qualche minuto nella ripresa e perde due palloni pericolosi ma si riprende nel finale e, di testa, va anche vicino al gol. In crescita.

Nzonzi 5,5: buona la pressione nel primo tempo ma cala alla distanza e perde un pallone terribile nell’ultima parte di gara.

Ünder 7: inizia subito bene, subito nel vivo dell’azione e trova il gol con un colpo da fucine dai 20 metri. Dal 38’st Pastore SV.

Zaniolo 7: sfiora il gol alla mezz’ora del primo tempo con un sinistro che termina alto non di molto. Ha il fuoco vivo addosso, pressa e si inserisce con efficacia nella difesa nerazzurra. Dal 32’st Perotti SV.

Florenzi 6,5: polmoni infiniti a disposizione della squadra, sia da esterno sinistro offensivo che da terzino destro. Sfortunato e impreciso quando prende il palo dal centro dell’area.

Schick: 6,5: nel primo tempo fa una giocata pazzesca. Dribbling e colpo di tacco per Florenzi, che prende il palo. Gioca più per la squadra, è migliorato nel fare da sponda. Segnali incoraggianti.

Di Francesco 6,5: la Roma prova a pressare l’Inter, sapendo che i nerazzurri potevano così andare in difficoltà. I giallorossi sono stati compatti e, soprattutto, hanno finalmente reagito a una situazione critica e l’hanno fatto nella maniera migliore: senza isterismi, senza eccessive proteste ma sul campo.

 

Roma-Inter 2-2 – La gara sui social: “Zaniolo fantastico, ricorda Ancelotti. Spalletti furbo”

Finisce 2-2 il big match della 14esima giornata tra Roma e Inter. Gli uomini di Di Francesco, seppur con tante assenze, hanno saputo tener testa alla squadra dell’ex Luciano Spalletti, riuscendo a rimontare due volte. Infatti, dopo un solare rigore negato a Zaniolo, la Beneamata passa in vantaggio con la zampata di Keita. A inizio secondo tempo, bolide dalla distanza di Ünder, che riscatta il gol divorato contro il Real Madrid. Al 65′, tuttavia, nuovo sorpasso ospite con il colpo di testa del solito Icardi, prima che Kolarov fissi il punteggio sul definitivo 2-2, realizzando un calcio di rigore – questa volta assegnato con l’ausilio del VAR – per braccio in area di Brozovic. Al termine della partita, il popolo giallorosso, attraverso i più noti social network, ha commentato l’esito dell’incontro. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori i pensieri a caldo dei tifosi capitolini.

L’incontro è stato sicuramente spettacolare e ricco di episodi che sono stati portati all’attenzione dei supporters romanisti. Ovviamente, il caso principale è quello riguardante la mancata concessione sullo 0-0 del rigore a Zaniolo, come ricordato da Gianmarco “in una partita così combattuta un rigore può fare la differenza, soprattutto se nell’azione successiva prendi gol. Il resto sono chiacchiere” e da Marcello “come si fa a non dare un rigore del genere”. Tuttavia, anche l’interista Costantino recrimina per il penalty dato a Kolarov nella ripresa “qualche esperto mi spieghi come Brozovic abbia potuto aumentare il volume del corpo sul fallo da rigore, posizionato così com’era. Non allarga il braccio, posizione naturale del corpo, non può tagliarsi il braccio. Rocchi scandaloso”. Il postgara, inoltre, si è reso ancora più “infuocato” per lo “scontro” a distanza Totti-Spalletti, con Antonio che dice “furbo Spalletti, parlando della sua espulsione e di Totti senza che nessuno glielo chiedesse, evita tutti i discorsi sulla partita e sui favori arbitrali” e Giuseppe che aggiunge “Ilary disse che Spalletti era un uomo piccolo… Ecco, come volevasi dimostrare”. Finalmente, dopo le polemiche, si parla del match. Gabriele sottolinea “con mezza squadra assente, con tante critiche, con tutti i pronostici contro, per il pareggio ci avrei messo la firma”, seguito da Vincenzo “anche nel momento di difficoltà, la Roma diventa una squadra unita e compatta. Zaniolo è un giocatore fantastico, ora testa al Cagliari” e da Francesco “finalmente messa in campo grinta nonostante tanti titolari assenti”, con Rocco che paragona Zaniolo “ad Ancelotti, era dai suoi tempi che non vedevo un giocatore simile”. Infine, il nerazzurro Gerry scrive malinconico “la colpa più grave non è essersi fatti rimontare due volte. la colpa più grave è avergli dato Zaniolo per Nainggolan”.

 

1 11 12 13