Parma-Roma, informazioni di servizio per i tifosi giallorossi

Ecco quanto riportato dal sito ufficiale della Roma:

In vista della sfida di campionato prevista per sabato 29 dicembre alle ore 15 allo Stadio Ennio Tardini tra Parma e Roma, ecco delle utili informazioni per i tifosi giallorossi che si recheranno in Emilia per vedere la sfida.

Lo stadio Tardini non è dotato di parcheggi dedicati alle autovetture private. La società Parma Calcio e il Comune di Parma, al fine di garantire la massima fruibilità dell’impianto da parte della tifoseria giallorossa hanno predisposto un servizio “navetta” che permetterà di raggiungere l’ingresso del Settore Ospiti direttamente dall’uscita dell’Autostrada in comodità e in sicurezza.

Percorrendo l’Autostrada A1, i tifosi sono invitati ad uscire al casello di Parma: immediatamente sulla destra, usciti dal casello si trova l’ampio parcheggio denominato Scambiatore Nord, sito in Viale delle Esposizioni (alle spalle del ristorante “Roadhouse”). In quest’area saranno predisposti pullman gratuiti riservati al trasporto dei tifosi per il Settore Ospiti dello stadio Tardini. Il servizio, oltre a essere gratuito, è garantito sia all’andata che al ritorno.

TRIGORIA – Schick in gruppo, lavoro individuale per Coric, De Rossi e Santon

La Roma è scesa in campo questa mattina per l’allenamento di rifinitura in vista del match contro il Parma, in programma domani alle 15:00.
La seduta è iniziata in sala video per poi proseguire in palestra e in campo.
Lavoro individuale in campo per Coric mentre hanno svolto lavoro individuale in palestra Santon De Rossi.

Probabile formazione (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Ünder, Zaniolo, Kluivert; Schick.
Ballottaggi: Jesus/Fazio, Kluivert/Ünder/Perotti, Schick/Dzeko.
In dubbio: De Rossi, Coric, Santon.
Squalificati: –
Indisponibili: –

Appesi a Schick

Anche un pomeriggio tutto sommato tranquillo come quello del Boxing Day contro il Sassuolo ha lasciato inaspettati strascichi che potrebbero pesare sulla prossima sfida di campionato, quella di domani contro il Parma. Il problema agli adduttori riportato da Patrik Schick rischia di lasciare Di Francesco senza centravanti, o con comunque risorse più che limitate in quella zona di campo, visto che Edin Džeko ha nelle gambe solo quel paio di subentri fatti contro la Juventus (11 minuti più il recupero) e i neroverdi (13 minuti più il recupero). Un forfait del ceco significherebbe un’altra occasione persa per dare continuità dopo una scintilla (com’era successo a Udine, ma per sua responsabilità, dopo il gol contro la Sampdoria), ma, soprattutto, costringerebbe il tecnico a reinventare ancora la squadra, anche perché Stephan El Shaarawy è sì tornato nella lista dei convocati ma non impiegato e quindi difficilmente disponibile dal primo minuto, e sarebbe un rischio anche riproporre Diego Perotti tra i titolari (magari come falso 9) a meno di 72 ore dal precedente impiego, dopo non aver iniziato una partita per oltre tre mesi (era il 23 settembre, Bologna-Roma 2-0). Elementi che, uniti alla sua buona forma, lasciano pensare a un nuovo impiego di Nicolò Zaniolocome trequartista – più che finto centravanti – alle spalle di Ünder e Kluivert posizionati più stretti; soluzione che, però, contro il Genoa non aveva dato chissà quali frutti. Per questo sarà importantissimo capire se Schick lavorerà coi compagni nella rifinitura in programma alle ore 10:30 e sarà interessante sapere cosa dirà Di Francesco a riguardo nella conferenza stampa fissata per le 12:45: la Roma è appesa al suo numero 14, una situazione impensabile fino a poco più di 24 ore fa.

Prossima partita: Parma-Roma, sabato 29 dicembre ore 15:00
Probabile formazione (4-2-3-1)
: Olsen; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Ünder, Zaniolo, Kluivert; Schick.
Ballottaggi: Jesus/Fazio, Kluivert/Ünder/Perotti, Schick/Dzeko.
In dubbio: De Rossi, Coric, Santon, Schick.
Squalificati: –
Indisponibili: –

Di Francesco e Mancini, un centrocampo in comune

Come riportato dall’edizione odierna de La Repubblica Eusebio Di Francesco, vista l’esplosione di Nicolò Zaniolo, sta pensando ad un modo per impiegarlo insieme a Lorenzo Pellegrini, senza dover rinunciare ad uno dei due. Si prospetta così un centrocampo della Roma made in Italy, con l’aggiunta di Bryan Cristante, un terzetto che potrebbe far comodo anche al ct azzurro Roberto Mancini.

Monchi cerca la punta in Spagna

Come riportato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, il direttore sportivo della Roma Monchi, starebbe pensando di acquistare un attaccante nel mercato di gennaio, nel caso in cui Schick dovesse andar via. I nomi per il sostituto sono quelli di Batshuayi Muriel, rispettivamente in forza al Valencia e al Siviglia. Sul colombiano ex di Udinese e Sampdoria, c’è l’interesse della Fiorentina di Stafano Pioli.

Cervone: “Bisogna avere più fiducia in Di Francesco. Zaniolo mi sorprende sempre di più”

L’ex portiere giallorosso Giovanni Cervone ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport nella quale, tra i vari temi affrontati, ha parlato anche di Di Francesco e del momento della Roma. Di seguito le sue dichiarazioni:

Lei chiede alla dirigenza di avere più fiducia in Di Francesco?
“Deve essere chiara una cosa: la Roma ha battuto il Sassuolo, il Genoa e perso dignitosamente a Torino, e Di Francesco merita di restare. Ma solo se i dirigenti e il presidente sono veramente convinti di lui: basta metterlo in discussione ogni settimana, bisogna aiutarlo”.

Su Schick e Zaniolo?
“Sono davvero felice per Schick, aveva bisogno di un’iniezione di fiducia, adesso mi auguro che possa continuare nella Roma su questa strada. Zaniolo migliora sempre di più, è un ragazzo su cui bisogna continuare a puntare e già dalla prima partita si capiva che aveva numeri importanti. Ci sta stupendo di settimana in settimana”.

Anche Olsen l’ha stupita contro la Juventus, dopo gli errori con il Genoa?
“Da inizio campionato non ha fatto bene, ma benissimo. E i tifosi lo vedono, infatti nessuno gli ha fatto pesare gli errori con il Genoa. Lui poi si è riscattato a Torino con una partita da 10 in pagella. Deve solo essere un po’ più coraggioso, ma tra i pali è bravissimo e sta diventando un vero numero uno”.

Monchi: “Non pensavo che Zaniolo sarebbe stato subito così determinante. L’Inter non voleva cederlo, non sono scemi”

Il direttore sportivo della Roma Monchi è stato protagonista di una lunga intervista a Sky Sport. Eccone un’anticipazione:

“Io credo che alla fine piano piano i tifosi inizieranno a capire quale sia la mia idea. So che nel calcio il tempo non c’è, io so come lavoriamo e spero che avremo ragione. Zaniolo?Mentre facevamo la trattativa avevamo due richieste, Radu e Zaniolo. Radu però era già stato girato al Genoa. L’Inter non voleva vendere Zaniolo, mica sono scemi, ma volendo al contempo prendere anche Radja era normale che bisognava cedere su qualcosa. L’affare in mancanza di Zaniolo non sarebbe comunque saltato, non era un aut-aut. Non pensavo che Zaniolo sarebbe stato subito così determinante“.

Il resto delle sue parole sono in programma il 1° gennaio.

L’arbitro – Due vittorie su due per la Roma con Manganiello, mai estratto un cartellino verso i giallorossi

Sarà Gianluca Manganiello a dirigere Parma-Roma, sfida valevole per la diciannovesima giornata di Serie A in programma sabato alle ore 15 che chiuderà il girone d’andata e l’anno solare. Il fischietto della sezione di Pinerolo ha arbitrato la Roma in sole 2 gare, entrambe nella stagione passata, per un totale di 2 vittorie su 2: Roma-Crotone 1-0 (25 ottobre 2017) e Roma-Benevento 5-2 (11 febbraio 2018). Da notare che non ha mai estratto un cartellino verso i giallorossi.

Manganiello ha diretto anche il Parma per due volte, tutte in questa stagione: il bilancio dice 1 vittoria e 1 pareggio. L’unica vittoria è quella di Milano contro l’Inter del 15 settembre scorso, nella quale a pochi minuti dallo scadere Dimarco con una perla d’esterno da fuori area permise ai suoi di espugnare il Meazza; il pareggio risale al 4 novembre: 0-0 casalingo contro il Frosinone, in cui venne espulso Stulac per i ducali.

Giudice sportivo – Due gare a porte chiuse per l’Inter, la terza senza la curva

Il Giudice Sportivo ha diramato le decisioni disciplinari inerenti all’ultimo turno di A.
Nessuna sanzione per Roma Parma, che si affronteranno sabato prossimo alle 15:00.
L’Inter dovrà invece disputare due gare a porte chiuse e la terza senza il settore 2° anello verde per i cori insultanti di matrice territoriale nei confronti dei sostenitori del Napoli e per coro denigratorio di matrice razziale nei confronti di Kalidou Koulibaly.

1 2 3 13