TRIGORIA – Lavoro a parte per Pellegrini e Nainggolan

La Roma è scesa in campo nel pomeriggio per preparare la difficile e delicata sfida contro il Napoli, in programma sabato sera al San Paolo. La seduta è iniziata in palestra e poi proseguita sul campo. Oltre a Lorenzo Pellegrini, hanno svolto lavoro individuale in palestra Karsdorp Luca Pellegrini. Anche Radja Nainggolan si è allenato a parte, dividendosi tra campo e palestra, per i postumi dell’intervento cui si è sottoposto dopo aver perso un dente nella gara contro il Milan.

 

Prossima partita: Napoli-Roma (sabato 3 marzo ore 20.45)
Probabile formazione (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Ünder, Dzeko, Perotti.
Ballottaggi: Florenzi/Peres, Fazio/Jesus, Nainggolan/Pellegrini, Dzeko/Schick, Perotti/El Shaarawy, Ünder/Gerson.
In dubbio: Lo. Pellegrini
Diffidati: Fazio, De Rossi, Dzeko
Squalificati: –
Indisponibili: Karsdorp (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro), Luca Pellegrini (frattura della rotula sinistra).

Maini: “A dicembre si è rotto qualcosa. Il calo mentale è dovuto ai messaggi della società”

Giampiero Maini, ex calciatore di Roma e Milan, è intervenuto a Radio Cusano Campus nel corso della trasmissione Sport Academy.

SULLA ROMA – “Il mio cuore batte ancora per la Roma. La squadra di appartenenza non si cambia, non è come le donne. È molto più semplice cambiare donna che squadra d’appartenenza.  Cosa succede alla Roma di Di Francesco? Purtroppo a dicembre si è rotto qualcosa, è innegabile. Da quel momento la Roma ha cambiato atteggiamento, ha cambiato modo di interpretare le gare, ha cambiato mentalità. Temo che quello che abbia più influito sul calo della Roma sia stato l’aspetto mentale, dovuto ai messaggi arrivati dalla società. Durante il mercato si è assistito ad un dover vendere per forza, cosa che i calciatori e lo stesso Di Francesco non si aspettavano. Di conseguenza sono venute meno alcune certezze, la consapevolezza di poter lottare per qualcosa di importante. Se calano le motivazioni è finita. Mi riferisco soprattutto al caso Dzeko, ma prima si era parlato anche di Nainggolan e comunque è stato ceduto Emerson. Un susseguirsi di situazioni che a buon intenditore fanno capire molte cose. Di Francesco? Non vedo i motivi per cui debba essere messo in discussione, al di là dei risultati che stanno venendo meno. È importante che ognuno si assuma le proprie responsabilità, compresi i calciatori che devono compattarsi e pensare ai loro obiettivi personali qualora quelli di gruppo venissero a mancare. Da calciatore sicuramente ho vissuto situazioni complicate, ma mettersi di traverso non porta a nulla di buono. Magari cambia allenatore, ma a che pro? Di Francesco non mi sembra certo un orco, anzi è una persona molto corretta, preparata e competente. Ogni giocatore deve cercare di alzare le proprie prestazioni”.

Confermato il risentimento muscolare per Pellegrini

Lorenzo Pellegrini è uscito malconcio dalla gara contro il Milan. Il centrocampista giallorosso ha accusato un risentimento muscolare, che gli ha impedito di partecipare allo stage di Coverciano (il giocatore è tornato già nella giornata di ieri nella Capitale, dopo essere stato visitato dallo staff medico della Nazionale). Oggi Pellegrini ha effettuato ulteriori controlli che hanno confermato il risentimento muscolare all’adduttore lungo di sinistraOggi il calciatore farà lavoro individuale e le sue condizioni saranno valutate di giorno in giorno.

Stadio, Civita: “Se Zingaretti sarà confermato, saremo in grado di completare il lavoro in tempi certi”

L’assessore alle politiche del territorio e alla mobilità della Regione Lazio, Michele Civita, ha rilasciato un’intervista a Il Romanista. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni, in cui spiega la situazione riguardante il progetto del nuovo stadio della Roma:

“La conferenza dei servizi sul progetto dello Stadio della Roma si è espressa positivamente, con prescrizioni e raccomandazioni ed è stata mandata la documentazione da più di un mese a Roma Capitale. Ora il Comune dovrà pubblicare la variante al Prg. I cittadini avranno 30 giorni per potersi esprimere. Poi il Comune dovrà controdedurre le eventuali osservazioni e portare la variante che contiene il progetto in Consiglio Comunale per l’approvazione. Infine, tutto ritornerà alla Regione, che dovrà deliberare l’autorizzazione definitiva. La nostra attenzione è stata prevalentemente rivolta alle opere infrastrutturali per migliorare la qualità del progetto sia per i tifosi che per i cittadini. Lo stadio può anche aiutare a riqualificare tutto quel quadrante con servizi e infrastrutture moderne. L’area di Tor di Valle è ora congestionata. Infatti, nella Conferenza dei Servizi, l’attenzione di tutte le istituzioni si è concentrata sui progetti e sulle soluzioni per migliorare la viabilità privata e il trasporto pubblico. Realizzare il Ponte di Traiano è sicuramente un’opportunità per rendere più accessibile l’area. Il comune dovrà valutarla con attenzione o dovrà presentare una proposta alternativa, che risponda alla necessità di aumentare la capacità della mobilità privata. Più tardi verrà approvata la variante, più tardi verrà trasmessa per l’approvazione finale. Il progetto lo conosciamo bene e se Zingaretti verrà confermato, saremo in grado, in tempi certi, di completare il lavoro fatto in questi due anni“.

Gonalons verso il rientro, l’agente a Rete Sport: “Resterà e Di Francesco punta molto su di lui”

“Gonalons? A breve tornerà a disposizione. Resterà a Roma e Di Francesco punta molto su di lui”. Così l’agente di Maxime Gonalons ha voluto tranquillizzare la situazione del suo assistito che proprio oggi tornerà ad allenarsi con il gruppoLa Roma gela e fatica a sciogliersi da un momento sterile di risultati e prestazioni. A dar manbforte alla causa giallorossa è pronto a tornare a piedi saldi il centrocampista francese, assente dal campo da 40 giorni dopo l’infortunio al polpaccio. Ai microfoni di Rete Sport ha parlato Frederic Guerra, procuratore dell’ex capitano del Lione: “Maxime rientra ancora nel progetto tecnico giallorosso e Di Francesco punta molto su di lui. Oggi riprenderà a lavorare con il gruppo dopo l’infortunio per tornare ad aiutare la squadra. Nella prima metà della stagione ha avuto qualche problema ad ambientarsi ma ora è pronto. Il primo anno è sempre più complicato specialmente in una città come Roma. Ha fatto tante belle cose in queste settimane come imparare l’italiano e migliorarsi sotto l’aspetto comunicativo. Ha lavorato molto sulla lingua proprio per cercare di inserirsi al meglio nel gruppo. Resterà anche il prossimo anno? Certo! Dalla società non è arrivato nessun segnale negativo per questo il ragazzo è intenzionato a vestire la maglia giallorossa ancora per molto tempo” . Assente dal pareggio di San Siro contro l’Inter, Gonalons vuole ora dimostrare le sue qualità nella restante fetta di campionato. Per Di Francesco può essere, in questo momento nevralgico, una piccola ma utile buona notizia con un rinforzo numerico a centrocampo, uno dei reparti che oggi appare più in difficoltà.

Andrea Fagnano 

Serie A, i posticipi dalla 30ª alla 33ª – Roma a Bologna alle 12:30. Con Fiorentina e Lazio alle 18

Tramite il proprio sito ufficiale, la Lega Serie A ha comunicato i posticipi e anticipi per le gare dalla 30ª alla 33ª. La trasferta della Roma a Bologna è stata programmata per sabato 31 marzo alle 12:30. La sfida interna contro la Fiorentina è fissata per sabato 7 aprile alle 18:00, ma potrebbe essere anticipata alle 15:00 al posto di Benevento-Juventus dopo le gare di ritorno degli ottavi di Champions League. Infine il derby di Roma si giocherà domenica 15 aprile alle 18:00, ma anche questo orario potrebbe cambiare con quello di Milan-Napoli (15 aprile, ore 20:45) dopo le gare di ritorno degli ottavi di finale di Europa League.

Konsel: “Di Francesco merita fiducia. I tifosi devono avere pazienza”

Michael Konsel, ex portiere della Roma, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport in merito al momento dei giallorossi: «Sappiamo quanto la passione di Roma possa essere bella e stimolante. I tifosi però devono avere pazienza: la Roma è in buone mani. Bisogna dar modo alle persone di lavorare. Penso che Eusebio meriti fiducia, anche se poi sono i risultati che giudicano. Ma Roma, per quanto complicata, sa riconoscere la gente di valore».

Il mercato tecnologico di Monchi

Ieri a Boston il DS della RomaMonchi ha avuto una lunga riunione insieme a Pallotta con una società specializzata che ha illustrato ieri tutte le ultime novità dei software applicati al calcio, i così detti «big data» e «machine learning». Come scrive Il Tempo, dall’avvento della proprietà USA, la Roma si è specializzata nell’applicazione delle tecnologie su vari aspetti: dal match analysis, allo studio in tempo reale degli allenamenti, fino alle Academy.

1 2 3 29