Continua il calvario di Lamela: dovrà operarsi di nuovo

Una stagione che definire travagliata è quasi un eufemismo, quella di Lamela. L’argentino del Tottenham non scende in campo da 155 giorni e oggi è arrivata un’altra stangata. Lo staff medico degli Spurs ha deciso di risolvere il problema all’anca, sofferto negli ultimi mesi del 2016, facendo operare l’esterno. La data del rientro slitterà ancora. Lamela dovrebbe tornare a giocare ad ottobre, questa la speranza per il Tottenham.

Ecco il comunicato sulle sue condizioni: “Il giocatore ha iniziato a novembre un processo riabilitativo dopo l’infortunio occorsogli. Adesso ha raggiunto un buon livello di funzionalità, tuttavia non ha raggiunto ancora una condizione che possa permettergli un pieno ritorno all’allenamento. Quindi, a seguito di un’ampia consultazione con gli specialisti, si è giunto alla conclusione che l’intervento chirurgico rappresenti il miglior modo di agire adesso. Questo vuol dire che Erik tornerà in campo la prossima stagione“.

Non è detto, comunque, che una volta tornato in forma l’argentino vesti la maglia degli inglesi. La dirigenza sta pensando di cedere il calciatore, anche se l’intervento e il lungo stop potrebbero rendere difficile un suo trasferimento. (fr.info)

Ogni giorno partenze e arrivi a Trigoria? Parole in libertà, un oceano per pochi pesciolini!

Non potevamo farne a meno perché non passa giorno senza che il pianeta giallorosso sia invaso dagli Ufo Bla Bla Bla: si tratta di notizie …non identificate, nel senso che ognuno può dire la sua senza magari che ci sia un minimo fondamento. Come in passato, la rubrica è una sorta di parole in libertà e sappiamo fin d’ora che nell’oceano delle notizie magari salterà fuori un pesciolino vero… Partiamo con la raffica legata all’ultima settimana, che non ha vissuto solo della vicenda legata al cambio nella sezione del direttore sportivo. Leggerete di Montella e di Murillo, di Muriel e perfino del turco Tosun.

Se ne leggono di tutti i colori: persino Vida della Dinamo Kiev…
Con la possibile partenza di Manolas, in estate la Roma con buona probabilità dovrà cercare rinforzi in difesa. L’ultimo nome in ordine di tempo è quello di Domagoj Vida, 27 anni e in forza alla Dinamo Kiev. Pilastro della nazionale croata da molti anni, il duttilissimo difensore, secondo il Daily Mail, sarebbe seguito anche dai giallorossi che però devono vedersela con diverse concorrenti. Su Vida infatti ci sono anche Everton, West Ham, Stoke City e Sunderland.

Il Bologna non lo conferma: Sadiq tornerà a Roma
Il Bologna di Donadoni non rinnoverà il prestito per Umar Sadiq, giovane punta classe ’97 arrivata dalla Roma la scorsa estate. I suoi continui problemi fisici gli hanno impedito di mettersi in mostra, scendendo in campo in campionato solamente in 6 occasioni senza mai segnare. L’attaccante nigeriano, dopo essersi presentato al calcio italiano con due gol, sotto la guida di Rudi Garcia, ha provato a cercare la continuità con gli emiliani non riuscendoci: in estate tornerà in giallorosso, anche se, a causa delle poche partite disputate, già a gennaio sarebbe potuto tornare nella Capitale.

Montella, Emery, Pochettino per il dopo-Spalletti…
Monchi dice ufficialmente addio al Siviglia e forse già oggi diventerà il nuovo ds della Roma. A renderlo ufficiale è la stessa società andalusa attraverso un comunicato: “Il Siviglia e Ramon Rodriguez Verdejo, Monchi, hanno raggiunto un accordo per la partenza del direttore sportivo, approvato dal Consiglio di Amministrazione che si è riunito nel pomeriggio. Venerdì (oggi, ndr) alle 12.30 il presidente Castro e Monchi interverranno in conferenza stampa per i dettagli dell’accordo”. Che prevede una penale da 5 milioni probabilmente scontata dal club che Monchi ha contribuito a rendere grande. “È uno dei migliori ds al mondo, la sua è una perdita colossale”, ha dichiarato il difensore Lenglet che potrebbe seguirlo a Roma. Monchi sbarcherà in Italia a ore e dopo il derby parlerà con Spalletti per capirne le intenzioni. In caso di partenza del tecnico vive le piste Emery e Pochettino, ma risale Montella. (F.Balzani)

Incontro per Kessie dopo Pasqua
Uno dei grandi obiettivi per il mercato estivo della Roma è senza dubbio Franck Kessie. In inverno i giallorossi hanno provato l’assalto trovando però un muro da parte dell’Atalanta per quanto riguarda gennaio. I discorsi però non si sono interrotti e, secondo Sky Sport, dopo Pasqua è previsto un incontro tra la Roma e il procuratore di Kessie, George Atangana. L’obiettivo è quello di continuare la trattativa in vista del prossimo mercato per poi magari ammorbidire la richiesta di 30 milioni (bonus esclusi) da parte dei nerazzurri che ha già scoraggiato tanti club.

Muriel, il Liverpool ‘sfida’ la Roma
Luis Muriel è uno dei top player di questa stagione di Serie A e inevitabilmente in estate saranno tanti i club interessati a lui. La Roma da tempo osserva il talento colombiano, quest’anno già arrivato in doppia cifra, insieme a due spagnole come Atletico Madrid e Siviglia. Secondo tuttomercatoweb.com, alla corsa per l’ex Udinese si è iscritto ora anche il Liverpool. I Reds infatti avrebbero chiesto informazioni sull’attaccante della Sampdoria, per il quale ci vogliono 28 milioni di euro, ovvero la clausola rescissoria.

Paredes, il Liverpool bussa alla porta…
Il prossimo mercato della Roma sarà fondamentale, soprattutto con l’arrivo ormai imminente di Monchi come nuovo ds che in queste settimane potrebbe cambiare qualcosa. Potrebbero partire alcuni big e tra questi c’è anche Leandro Paredes. Come riporta calciomercato.com e riprende poi il Daily Star, la società giallorossa nei prossimi due mesi valuterà il centrocampista argentino. L’ex Boca, che potrà approfittare del ko di De Rossi, potrebbe infatti essere uno dei sacrificati in estate per dare ossigeno alle casse romaniste. In questo senso il Liverpool di Klopp non ha mai abbandonato la pista che porta al classe ’94 e per lui si parla di una cifra di 25 milioni di euro.

Murillo non sa nulla dell’offerta della Roma
Jeison Murillo, difensore centrale dell’Inter, ha parlato ai microfoni di Caracol Radio del suo momento non particolarmente felice. Il colombiano ha anche commentato le insistenti voci di un possibile interessamento della Roma nei suoi confronti. Queste le sue dichiarazioni: “Non ho mai sentito di nessuna delle cose che si leggono su presunte offerte ufficiali per me da parte della Roma. Personalmente qui mi trovo molto bene. La famiglia è contenta, ho un contratto fino al 2020″.

La Roma insegue il turco Tosun del Besiktas
Come rivela il sito fotospor.com, la Roma è sulle tracce di Cenk Tosun. Classe 91′, l’attaccante turco ha realizzato 43 gol in 100 partite con la maglia del Besiktas, attirando su di sé l’attenzione di molti club, tra i quali il Tottenham, il West Ham, il Bayer Leverkusen, il Lipsia e il Valencia. Il Besiktas lo valuta 20 milioni di euro, i giallorossi ci provano.

C’è già una lista di Monchi
Prima Baldissoni, poi il presidente del Siviglia Castro e infine lo stesso Monchi. Il “no comment”, riguardo l’arrivo del dirigente a Roma, è obbligato. Nel frattempo però il ds spagnolo ha iniziato a sondare il mercato giallorosso. La lista di nomi sarà lunga visto che a Siviglia si partiva da un numero di 450 giocatori visionati fino ad arrivare alla cerchia ristretta dei 15-20 obiettivi finali. Tra di loro ci sono il turco Ozyakup (24 anni capitano del Besiktas) il difensore francese Lenglet, l’esterno del Lione Ghezzal e il giovane Ascacibar (20 anni centrocampista argentino dell’Estudiantes). “Ho avuto contatti con squadre di serie A”, ha ammesso ieri il suo agente

Spalletti insiste: “Se non vinco almeno un titolo me ne vado”. E attacca ancora la stampa delle ‘grandi firme’….

Dopo la sosta per le nazionali torna il campionato, con la Roma impegnata domani sera alle 20.45 nel match all’Olimpico contro l’Empoli. Una settimana importante, dal momento che martedì 4 aprile sarà tempo di Derby contro la Lazio, per provare la rimonta (si parte dal 2-0 biancocelste)e conquistare la finale di Coppa Italia. Come di consueto, Luciano Spalletti ha tenuto banco nella conferenza stampa della vigilia a Trigoria.

Uno dei rischi potrebbe essere pensare al derby?
No, per me no. So che poi cambierebbe quella partita in base al risultato di Roma-Empoli, per cui penso all’Empoli. Il miglior modo per preparare il derby è questo, anche se può sembrare più importante il derby. In realtà il modo di prepararla bene è vincere contro l’Empoli, tutte le attenzioni vanno lì.

Come stanno i nazionali, a partire da De Rossi?
Sono tornati tutti bene, tranne Daniele per quell’ematoma alla schiena che però fortunatamente non ha complicazioni a livello di radiografie. Bisogna valutarlo di volta in volta, cammina meglio ma domani difficilmente sarà a disposizione. Gli altri si sono allenati bene e sono fiducioso, anche se ci sarà un po’ di fatica tra partite e viaggi e ci sarà da valutare.

Grenier può giocare?
Lui ha avuto un problema al ginocchio e lo abbiamo lasciato fermo durante questa sosta, ha fatto un allenamento prettamente atletico per mettere roba che ci serviva di completamento. L’ho rivisto ieri e lo rivedo oggi, sono valutazioni che vanno fatte piano piano, ma può essere preso in considerazione.

Se dovesse arrivare Monchi, sarebbe una garanzia di crescita?
Se dovesse… Si parla di futuro, per noi la priorità è l’Empoli. Io non so niente a proposito, non ho parlato con la società di Monchi e il mio ds è Massara. Bisogna avere rispetto per chi ha lavorato per noi. Rispetto per Sabatini. Massara è una persona squisita, c’è una qualità di intendersi di calciatori e calcio che se sarà persa mancherà alla Roma. Se volete continuo su di lui, di Monchi ho sentito parlare ma solo sui giornali.

Cosa vi siete detti nella cena con Pallotta?
Con Pallotta abbiamo parlato di futuro, è stata l’occasione di poter esprimere il mio pensiero che è sempre stato lo stesso da quando sono qui e che vi ho sempre detto. Ho ribadito questo, quello che mi ha detto lui dovete chiederlo a lui, io non sono uno spione…

Su Baldini…
E’ un modo per deviare l’attenzione che deve essere sulla squadra, l’organigramma lo decide Pallotta. Parlare dell’organizzazione societaria vuol dire parlare di altro. Niente deviazioni, dritti alla partita di domani.

Nainggolan domani gioca o riposa?
Ha fatto considerazioni giuste, ma non vorrei dare vantaggio agli avversari e sono cose che tengo per me.

Per chi tifa domenica sera in Napoli-Juve?
Io ho una dote, non faccio gli abbassi e non gufo nessuno tentando di mettere il malocchio. Io devo soprattutto lavorare in maniera professionale, essere competente. Devo fare il mio fatto bene, anzi benissimo. La partita la guarderò attentamente perché ci sono grandissimi allenatori e grandissimi giocatori da cui si possono prendere spunti. Sarà una partita bella, specialmente con un San Paolo gremito. Anzi, se posso vado a vederla.

Totti quali partite può giocare?
Ne può giocare diverse, dipende dal tipo di partita, il risultato, il momento che sta vivendo, come tutti. Lo considero dentro la squadra, al livello di tutti gli altri. Faccio il mio lavoro e poi decido cosa fare come sempre, anche in futuro sarà così.

Secondo posto sarebbe un fallimento?

Quando si guarda a dei percorsi fatti si può dare la valutazione che si vuole, poi si vede che percorso è stato fatto. Io se non vinco non rimango, e parlo di vincere un titolo. L’ho sempre detto da due anni, poi intorno ci puoi mettere quello che vuoi. Il mio discorso è quello. Fare tanti punti sarebbe un piacere, i tifosi hanno deciso di rientrare a quanto mi dice Gianni e voi mi confermerete, anche se credo più a lui che a voi. Io spero di non leggere offese quando ho fatto riferimenti alla curva, spero di essere più chiaro possibile. Ogni volta che la palla sarà ferma mi girerò verso la Sud perché mi è mancata.

Il secondo posto sarebbe un fallimento in base ai risultati o solo perché la piazza di Roma lo decide?
In questa sala stampa ci sono grandi firme, sono sempre stato seguito da grandissime firme. Loro racconteranno quello che gli sembra più giusto raccontare.

 

STROOTMAN: “Spero che per De Rossi non sia nulla di grave”

SKY SPORT – si esprime sulle condizioni di dopo il match di ieri tra Olanda e Italia. “Quando è uscito pensavo che avesse preso una botta sul piede e che non volesse rischiare – ha dichiarato ai microfoni dell’emittente satellitare – Ho parlato con lui dopo l’intervallo, sta male. Spero che non sia nulla di grave e che torni presto in campo. È una botta, ma bisogna chiedere a Daniele. Giocherà sicuramente il derby”

Empoli, Carli: «Pallotta, fai di tutto pur di tenere Spalletti»

GASPORT – Marcello Carli, direttore sportivo dell’Empoli, ha parlato in una lunga intervista al quotidiano sportivo del futuro del tecnico della Roma, . «Fossi arriverei anche a incatenarmi al Colosseo pur di convincerlo a restare – le sue parole – Luciano è un fenomeno. La Roma non può permettersi di perderlo. Lo ha detto anche . Ed è verissimo».

«Non vive un buon momento? Perché è troppo generoso e si carica di responsabilità non sue. Luciano è un passionale. Pagherebbe di tasca sua per vincere uno scudetto con la Roma o con la , le due squadre che ha nel cuore. Troppa passione ti fa perdere lucidità. Deve concentrarsi solo sul suo lavoro, nel quale è un numero uno – prosegue –  Dove sarà il prossimo anno? Non lo so. Gli auguro però di lavorare felice. E intanto di arrivare secondo in campionato e di vincere la Coppa Italia».

Calciomercato Roma, Baldissoni e Spalletti: “Monchi? No comment”. Sabatini: “E’ il miglior ds del mondo, sarà tutto definito a giorni”

ABC.ES – Mauro risponde con un mezzo ‘no comment’ alle domande della stampa spagnola sul futuro di Monchi, accreditato come futuro direttore sportivo del club giallorosso. L’ad della Roma, contattato dal sito web del quotidiano spagnolo ABC, ha risposto così sulla situazione di Monchi: “Non parliamo di questioni private dell’As Roma, non affrontiamo certe questioni con la stampa”.

No comment anche da parte del tecnico della Roma , contattato dalla redazione del quotidiano spagnolo: “Meglio parlare con le persone che sono più vicine a lui – taglia corto l’allenatore giallorosso – Io posso parlare della squadra, della stagione che stiamo facendo e della prossima partita, nel caso di Monchi che posso dire… Se la Roma sta parlando con lui, sarà per qualcos’altro, no?”

Interpellato dalla stampa spagnola anche l’ex ds giallorosso : “Mi è stato riferito che entro domani sarà tutto definito e che firmerà un contratto per 3 stagioni. In questo momento è il miglior direttore sportivo del mondo, lo conosco bene e mi piacciono i suoi metodi di lavoro. Sono convinto che alla Roma potrà lavorare come ha fatto in questi anni al Siviglia, è vero che sono società diverse ma ci sono una serie di similitudini. A Roma si tiene in considerazione il lavoro del ds e Monchi, in questo momento, è il miglior direttore sportivo in circolazione”.

Egitto, Cuper elogia Salah: “Giocatore modesto e responsabile, per lui la squadra è al primo posto”

CBC TV – Hector Cuper elogia . Il dell’Egitto ha parlato in termini entusiasti dell’attaccante della Roma, ieri tenuto a riposo dallo stesso Cuper nel test con il Togo che ha messo fine al mini-ritiro della selezione africana. “A non potrei chiedere nulla di più del contributo che sta dando alla nazionale – ha dichiarato Cuper alla tv egiziana -. Mi piacciono i giocatori che pensano prima alla squadra e poi a loro stessi, è uno di questi. E’ un giocatore di talento, modesto e responsabile. Un consiglio? Deve continuare a fare bene per giocarsi il posto in Nazionale, deve sapere che non ha una maglia da titolare garantita, a prescindere dal club in cui gioca”

De Rossi, ematoma nella zona lombare dopo il colpo ricevuto alla schiena: oggi pomeriggio gli accertamenti

Esami strumentali in vista per , ieri uscito anzitempo dal campo ad Amsterdam nel corso dell’amichevole tra Olanda e Italia per un colpo ricevuto alla schiena. Come riporta la radio ufficiale della Roma, il giocatore, che ha riportato un ematoma dopo la ginocchiata ricevuta nella zona lombare dall’attaccante olandese Promes, sarà sottoposto ai controlli di rito da parte dello staff medico giallorosso oggi pomeriggio, al suo rientro a Trigoria.

(roma radio)

1 2 3 44