Virtus Entella, Castorina: “Zaniolo per la Fiorentina era uno scarto”

Oggi è uno dei giovani più promettenti del calcio italiano e non solo, ma tre anni fa è stato scartato: questa è la storia di Nicolò Zaniolo. A raccontarlo a La Stampa è Gianpaolo Castorina, allenatore della Beretti dell’Entella: “Vi serve uno scarto della Fiorentina?”, così fu presentato alla squadra ligure. “Avevamo la rosa completa. Non serviva altro. Poi ci hanno contattati per guardare un giovane scartato dalla Fiorentina. Sono bastati cinque minuti. All’Entella è arrivato un giovane promettente, molto deluso e senza ruolo”.

Roma in lutto: nella notte è morto lo storico massaggiatore giallorosso Giorgio Rossi

Nella notte scompare all’età di 87 anni lo storico massaggiatore della Roma Giorgio Rossi. Negli ultimi giorni era stato ricoverato all’ospedale Sant’Eugenio e,dopo poco tempo dalla morte di Maria Sensi, la moglie del presidente dello scudetto 2001, se ne va anche l’uomo che da tutti veniva identificato come la Roma. Romano e romanista, aveva iniziato a collaborare con la Roma nel 1957 e da lì aveva vissuto la storia giallorossa tra vittorie e sconfitte. Tra le maggiori gioie gli scudetti 1983 e 2001: unico uomo ad essere stato presente in entrambe le circostanze. Nel 2012 Giorgio Rossi si concede la meritata pensione, tra la commozione dei giocatori e quella dei tifosi che in quel giorno lo salutarono con lo striscione: “La  ti rende omaggio. Lode a te Giorgio Rossi!”  

Serie A, gli orari della 38esima giornata: Sassuolo-Roma domenica sera

E’ ufficiale: la Roma giocherà la sua ultima partita stagionale domenica 20 maggio alle 20.45. La Lega Serie A infatti ha comunicato gli orari delle gare della 38esima giornata di campionato. I giallorossi faranno visita al Sassuolo nel posticipo di domenica sera al Mapei Stadium, in contemporanea con lo scontro diretto all’Olimpico per la Champions tra Lazio e Inter.

ALISSON: “Con il Barcellona ci abbiamo sempre creduto. Liverpool favorito? Conta il campo, le partite si devono giocare”

ESPORTE INTERATIVO –  della Roma, ha rilasciato un’intervista dall’emittente televisiva brasiliana. Questa un’anticipazione del suo intervento: “La vittoria sul ? Ci abbiamo sempre creduto. Nel calcio nulla è impossibile, siamo entrati in campo disposti a tutto per qualificarci. Siamo nella storia del calcio. Non è facile che accada una cosa del genere, ancora meno contro il “. Immancabile uno sguardo e un pensiero alle semifinali di contro il Liverpool di Klopp“Milita in un campionato in cui si gioca un calcio consistente, sta facendo bene in Premier e in , ma siamo in un momento decisivo della stagione, dobbiamo essere concentrati e avere la testa giusta. Quanto avvenuto con il  dimostra che i pronostici non valgono, le partite si devono giocare. Abbiamo già affrontato grandi squadre come Atletico e Chelsea nella fase a gironi. Poi lo Shakhtar che è una squadra di qualità e ha eliminato il “.

Poi un pensiero anche ai portieri ai quali si ispira, da Taffarel a Buffon“Il mio idolo è Taffarel, che è l’idolo di tutto il Brasile. Anche Buffon è un’ispirazione. Ma anche Neuer, di cui mi piace molto il suo stile di , ma anche Dida”.

Curva Sud, tra palchetti e realtà: ecco il piano anti-multe della Roma

“Voi non potete solo chiedere”. Questo si era sentito rispondere Mauro Baldissoniquando, dopo la notizia del divieto per i tifosi giallorossi di recarsi a Udine, si era rivolto al Prefetto di Roma Paola Basiloneper provare a far riaprire la trasferta. Aveva infatti da poco chiesto anche un altro intervento: la realizzazione di un progetto – in cantiere almeno da novembre – che potrebbe porre fine alla possibilità di multare i tifosi che lanciano i cori in Curva.

Si tratta di alcune pedanine da realizzare nei settore dove il tifo è più caldo per far sì che chi coordina i cori della tifoseria possa farlo in tutta sicurezza e soprattutto senza violare il Regolamento d’uso dello Stadio Olimpico, cioè senza ergersi sulle barrierine e sui corrimano. Quel “Voi non potete solo chiedere” alla fine deve essersi però trasformato in una “Bella idea”, perché il piano anti-multe della società è molto vicino a realizzarsi.

Manca ancora qualche passaggio formale e nulla è può dirsi del tutto certo, ma si può affermare che il progetto è a buon punto. La Roma lo ha presentato ufficialmente al Prefetto a inizio febbraio incassando l’approvazione del Gruppo Operativo per la Sicurezza. Ci si era poi messo l’Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportivea complicare le cose con una circolare firmata dal segretario Massucci, nella quale con motivazioni tecniche e di sicurezza si negava la fattibilità dei palchetti. A quel punto, è stato Baldissoni stesso a spiegare alla presidente Stradiotto che bloccare l’ idea sarebbe stato controproducente, visto che le pedane per garantire la sicurezza dei lanciacori rientrano perfettamente nelle linee guida tracciate dal Protocollo d’intesafirmato questa estate da LottiMinniti e le principali istituzioni sportive. La Stradiotto ha compreso le ragioni della dirigenza romanista e ha dato l’ok.

Var, Rizzoli: “Va utilizzato senza abusi, ma non si torna più indietro”

RADIO 24 – Il designatore arbitrale di serie A Nicola Rizzoli è intervenuto all’emittente radiofonica per parlare del confronto di ieri con gli allenatori. Queste le sue parole:

Cerchiamo di essere il più trasparenti possibili per evitare male interpretazioni e soprattutto che ci siano delle considerazioni che vengono fatte con della dietrologia che magari non è il caso di fare in certe situazioni. Abbiamo avuto questo confronto molto positivo con gli allenatori con i quali abbiamo apertamente discusso delle problematiche e delle situazioni positive e allo stesso tempo anche degli errori che abbiamo commesso durante la prima parte del campionato e credo che un confronto così aperto sia il modo migliore per cercare di fare ancora meglio, per quanto ad oggi il risultato sia sicuramente positivo, ci sono altrettanti margini di miglioramento che noi dobbiamo assolutamente percorrere. Abbiamo tutti lo stesso sentimento che è quello che non bisogna abusare di situazioni e il Var deve essere utilizzato il meno possibile, questo è il primo obiettivo, allo stesso tempo deve risolvere problemi. Ieri mi ha fatto molto piacere sentire che l’opinione comune sia proprio quella di apprezzare la maniera con cui è stato utilizzato tanto da poter dire che è complicato tornare indietro e allenatori hanno detto ‘mi sembra difficile quando guardo altri campionati e la sensazione è che in questi campionati manchi qualcosa’, oggettivamente se sentiamo parlare anche gli addetti ai lavori della serie B sembra siano in attesa che anche da loro possa essere introdotto questo strumento, vuol dire che viene percepito, soprattutto dagli addetti ai lavori, come un passo in avanti da cui difficilmente si possa tornare indietro“.

I falli di mano…
All’interno del discorso della comunicazione ci sono delle situazioni che sono di per sé molto difficili da valutare, nella fattispecie quando abbiamo analizzato gli errori, che abbiamo interpretato come 11 errori chiari che ci sono stati all’interno di queste 60 correzioni, 6 di questi 11 riguardano i falli di mano che di per sé è molto difficile per l’arbitro valutarli perché regolamento parla di intenzionalità. Quindi quando parli intenzionalità vai a fare un processo alle intenzioni di chi commette il fallo, è quindi evidente quanto sia complicato valutarli, è evidente che ci possono essere degli errori in merito a queste situazioni, tant’è che sono quelli maggiori. E’ uno degli altri margini di ampio miglioramento che dobbiamo assolutamente risolvere, sui quali stiamo lavorando. È chiaro che l’aspettativa di tutti, non solo degli dei tifosi, è quella di togliere completamente i chiari errori, quelli grossi, poi dopo ci sono altre situazioni invece dove ci sono margini di interpretazione, quelle ovviamente non saranno quelle da dirimere“.

Serie A: in crescita gli spettatori presenti allo stadio. Per la Roma aumento del 15%

Aumentano le presenze negli stadi della Serie A. Al termine della 18esima giornata la media degli spettatori nella massima serie (24.445) registra un incremento del 10.1% rispetto il dato finale dello scorso campionato (22.217). Si tratta del miglior dato registrato nell’ultimo quinquennio: +10% rispetto al 2015/16, +10.8% rispetto al campionato 2014/15, +4.1% rispetto 2013/14.  L’ conferma il primato degli spettatori durante le gare casalinghe (57.886) con un aumento del 24.2% rispetto al dato finale dello scorso campionato. In seconda posizione i cugini del Milan che collezionano una media presenze pari a 53.127 incrementando del 31.7% il dato finale della passata stagione. Terzo gradino del podio per il  con una media spettatori pari a 45.871 in aumento del 25.3% rispetto all’equivalente della stagione 2016/17. Nella top five anche  (39.916) e Roma. Per i giallorossi all’Olimpico una media di 37.790 spettatori con un aumento del 15.8% rispetto al dato finale dello scorso campionato. In positivo anche la sponda biancoceleste del Tevere: con 24.714 presenze la Lazio registra un incremento del 20.8% rispetto alla stagione 2016/17.  Nelle prime dieci posizioni in flessione  (23.486, -11.3%) mentre crescono gli spettatori nelle gare casalinghe di  (22.472, +5.3%),  (22.114, +4.4%) e Sampdoria (20.218, +1.9%).   Numeri negativi per Torino (17.692, -8.4%), Udinese (16.725, -6.4%) e  (10.822, -12.4%). Trend in aumento invece per il pubblico di Bergamo (17.440, +2.3%) e Cagliari (14.141, +8.8%)

Lo rileva il Report n. 12/2017 elaborato da Osservatorio Calcio Italiano (www.osservatoriocalcioitaliano.it) sulla base del database online di Stadiapostcards (http://www.stadiapostcards.com/)   E’ la  la compagine che richiama il maggior numero di spettatori avversari: con i bianconeri in campo si è registrato, finora, il miglior dato stagionale a Bergamo, , Milano (Milan), , Genova (Sampdoria), Mapei Stadium di Reggio Emilia (), Udine.  Il sold out dello stadio Meazza di Milan in occasione del derby -Milan e dell’incontro Milan- registra il miglior dato stagionale di spettatori presenti (78.328). Terzo gradino del podio per il derby capitolino Roma-Lazio che ha collezionato 55.775 presenze all’Olimpico.

Serie A. Il campionato 2016-17 inizierà il 21 agosto

14022016-serie-a

SERIE A – La Lega Calcio ha confermato le date della Serie A2016/2017 e della Coppa Italia. Ecco l’elenco completo:

Serie A
1ª giornata: domenica 21 agosto
Turni infrasettimanali: mercoledì 21 settembre 2016, mercoledì 26 ottobre 2016, e giovedì 22 dicembre 2016.
Soste: domenica 4 settembre 2016, domenica 9 ottobre 2016, domenica 13 novembre 2016 e domenica 26 marzo 2017 per gli impegni delle nazionali, domenica 25 dicembre 2016 e domenica 1 gennaio 2017 per le festività natalizie.
Ultima giornata:
domenica 28 maggio 2016
Coppa Italia
Primo turno: domenica 31 luglio 2016
Secondo turno: domenica 7 agosto 2016
Terzo turno: sabato 13 agosto 2016
Quarto turno: mercoledì 30 novembre 2016
Ottavi di finale: mercoledì 11 gennaio 2017 e mercoledì 18 gennaio 2017 Quarti di finale – mercoledì 25 gennaio 2017 e mercoledì 1 febbraio 2017 Semifinali – andata mercoledì 1 marzo 2017, ritorno mercoledì 5 aprile 2017
Finale: venerdì 2 giugno 2017 (data di riserva mercoledì 17 maggio 2017)

Valcareggi: “Spalletti poteva risparmiarsi certe uscite su Totti”

120416-SPALLETTI-2-RM-BO-Furio Valcareggi, ex allenatore della Roma, ha parlato ai microfoni di TMW Radio del caso che ha coinvolto Totti eSpalletti. Ecco le sue dichiarazioni: “E’ stato gestito bene da Spalletti, è stato grandioso. Il mister capisce tutto e crede che Totti non abbia le energie per partire titolare, il tecnico l’ha detto al numero 10 ma non vuole infangare il capitano. Però, dopo Bergamo, Spalletti poteva dire altro. Poteva usare più diplomazia e banalità senza andare allo scontro. Tuttavia credo abbiano già risolto tra loro”.

1 2 3